Ecco una lista utile per tutti gli appassionati del mondo analogico.

Segnalo una lista online molto interessante sul mondo dell’analogico realizzata dal collettivo Mundo em Fuoco.

La lista si chiama IAL – International Analog List ed è aperta alla collaborazione di tutti gli interessati.

Sono presenti anche alcune informazioni relative all’Italia.

Apprezzo molto le liste aperte alla collaborazione di tutti, possono essere un’ utile fonte di informazioni e far risparmiare tempo nella fase di ricerca nei meandri del web.

E’ un pò di tempo che penso di crearne una sull’universo Found Footage, sfruttando le potenzialità di Google. Appena sarà realizzata, sarete subito avvisati.

Strabiche news: Il Cinema Ritrovato si farà!

Bellissima notizia appena letta sul sito di uno dei festival più belli del mondo.

Il Cinema Ritrovato si farà.

Dal 25 al 31 agosto la Cineteca di Bologna ci regalerà un giro del mondo tramite i fantastici gioielli della storia del cinema.

Ecco le prime informazioni sulle sezioni di quest’anno pubblicate sul sito del Festival:

– HENRY FONDA FOR PRESIDENT;

– POETI RIBELLI E SPIRITI RIVOLUZIONARI: IL PARALLEL CINEMA INDIANO;

– IN UN LABIRINTO DI IMMAGINI – RIVISITAZIONE DELLA KOMIYA TOMIJIRO COLLECTION;

– I FUORILEGGE: FRANK TUTTLE VS. STUART HEISLER;

– YUZO KAWASHIMA: L’ANELLO MANCANTE;

– LE PIONIERE DEL CINEMA SOVIETICO;

– PICCOLO GRANDE PASSO: SUPER 8MM & 16MM.

Questa sezione mi interessa particolarmente.

Saranno proiettate in sala le pellicole di artisti sperimentali che hanno lavorato con il passo ridotto: Henri Plaat; Barbara Meter; Helga Fanderl; Peter Hutton.

Strabiche news: il Biografilm Festival è online

Ieri, venerdì 5 giugno, è iniziata la sedicesima edizione del Biografilm Festival, una succulenta scorpacciata di documentari girati da registi famosi e da volti nuovi del genere.

Il Festival è una celebrazione del “cinema del reale” della durata di dieci giorni che quest’anno si svolge online (tranne la serata finale che si svolgerà dal vivo in una sala cinematografica).

Per vedere i film selezionati dal Festival, si accede gratuitamente con il proprio account ad una piattaforma gestita in collaborazione con MyMovies, si prenotano i film come se fossimo in sala e ci si immerge in nuovi mondi.

Una volta prenotati, i film restano a disposizione 24 ore, quindi non fateveli sfuggire.

Ho appena visto l’ultimo film della brava regista italiana Valentina Pedicini, Faith, un documentario che consiglio, un’ottima regia ed un soggetto alquanto controverso e allo stesso tempo affascinante.

Non svelo nulla e lascio il link alla piattaforma: https://www.mymovies.it/live/biografilm/

Buona visione!

Strabiche news: le cineteche e Igersitalia

Titolo criptico?

Ecco la spiegazione.

Questa breve news vuole segnalarvi un pezzo scritto per il blog dell’Associazione Nazionale Igersitalia, una community di appassionati e professionisti della produzione di contenuti digitali che promuove il territorio italiano attraverso Instagram.

Il pezzo che ho scritto riguarda le cineteche, gli archivi e i loro profili Instagram.

Ecco il link all’articolo.

Buona lettura.

Experimental Film Festivals – 2020 Calendar

Il COVID-19 ha sconvolto il mondo e lo sconvolgerà per tutta la durata di questo strano e surreale 2020.

La parte del blog dedicata ai Festival di cinema sperimentale è stata modificata. I video calendari che erano presenti su ogni pagina sono stati rimossi; il COVID-19 ha scombinato i piani di mezzo mondo.

I video calendari vengono sostituiti da un singolo Calendario 2020 che mostra la  nuova programmazione annuale dei Festival a partire dal mese di aprile, il mese seguente lo scoppio della “bomba” coronavirus.

Le informazioni riportate nel calendario sono soggette al cambiamento in base all’evoluzione della situazione sanitaria (ed economica) globale ed alle conseguenti decisioni e comunicazioni ufficiali dei singoli Festival.

Qui sotto potete vedere l’anteprima del calendario e la versione pdf scaricabile.


FILE PDF

Ultimo aggiornamento: 04/10/2020 – Last update: 10/04/2020.


COVID-19 has shocked the world and will upset it for all the duration of this strange and surreal 2020.

The part of the blog dedicated to Experimental Film Festivals has to be modified.

The video calendars that were present on each page have been removed; the virus has shocked plans around the world.

The video calendars has been replaced by a single 2020 Calendar that shows a new annual schedule starting from April, the month following the outbreak of the coronavirus “bomb”.

The information shown in the calendar is subject to change, based on the evolution of the global health (and economic) situation and the consequent Festivals’ decisions and communications.

Above you can find a preview of the calendar and a downloadable pdf version.


Se vuoi offrirmi un caffè/If you want to Buy me a coffeeBuy me a coffee

This is not a movie. #iostoacasa

Interno giorno.

Sabato pomeriggio.

Casa mia.

Al riparo da un nemico invisibile che sta spaventando noi italiani ed il mondo intero.

No, non è un film, è la bastarda realtà.

Le notizie che entrano in casa e che arrivano dalle prime linee (Ospedali, RSA) sono tragiche e terrorizzanti, una sceneggiatura crudele che supera qualsiasi immaginazione cinematografica.

Sappiamo tutti che la nostra bellissima “casa” ed i nostri antenati sono stati travolti da pandemie, ci ricordiamo tutti della peste manzoniana, ma un conto è leggerne su un libro di Storia, un altro è viverla e trovarcisi in mezzo, entrare prepotentemente nella Storia da protagonisti e ritrovarsi travolti e insicuri, senza una prospettiva certa e con la paura di essere contagiati noi stessi e di mettere a rischio la vita dei nostri cari.

Io non so se ci sia un senso in tutto questo, non so neanche se sia sensato cercarne uno. So che l’unica risposta è la scienza, ma non posso fare a meno di viaggiare con la mente, fantasticare e farmi domande.

Non so se un ca**o di pipistrello abbia voluto vendicare un secolo di soprusi, non so se esista un disegno più grande o divino, non so se il nostro sistema naturale stia cercando di ritrovare un equilibrio perduto, non so se ci sia una forza, un’energia che tira fili invisibili e crudeli allo scopo di raggiungere una nuova condizione. Non lo so e questa incertezza è destabilizzante.

Da dicembre ad oggi ho trascurato la parte più visibile del blog, quella in cui sto scrivendo, ovvero le recensioni e le news, ma negli ultimi mesi ho sviluppato tutta una parte meno visibile, quella relativa ai Festival, che mi ha dato alcune soddisfazioni. Mi sono impegnata in un lavoro di divulgazione sui social network che al momento sta rallentando per motivi non solo esterni, ma anche interiori.

Cercherò di riprendere in mano la mia mente razionale al più presto, facendo in modo di non far vincere quella emotiva che vuole sempre informarsi e cercare ossessivamente news sul virus. Questo dualismo ha come risultato la deconcentrazione continua e l’impossibilità di guardare un film nella sua interezza.

La mente vola sempre ai più deboli, a chi, in Ospedale, sta lottando da solo per sopravvivere e ai nostri eroi, medici, infermieri, ecc., che stanno facendo l’impossibile per aiutarli nella loro lotta per la vita.

L’unico modo per aiutarli veramente e concretamente è stare a casa al sicuro.

Facciamo in modo che quando questo momento terribile ed infernale della nostra storia umana sarà raccontato in un film, non si parlerà di un’ecatombe senza precedenti.

Grazie e un abbraccio a tutti.

#iostoacasa

#stateacasa

Strabiche news: nuova sezione del blog dedicata ai Festival

E’ nata una nuova sezione del blog dedicata ai Festival di cinema sperimentale.

La nuova sezione è raggiungibile dal menù principale selezionando la voce Experimental Film Festivals.

Le nuove pagine sono in continua evoluzione e saranno arricchite di nuovi contenuti anche grazie all’interazione con i Festival che decideranno di partecipare al progetto e di accogliere la mia “chiamata”.

Alcuni Festival hanno già risposto favorevolmente, quindi vi auguro una buona lettura e una buona visione!

 

PS:

approfitto della breve news per avvisare che il blog non è più presente solo su Twitter, ma anche su Instagram (strabicofilm_cinema) e Facebook.

 

 

 

 

Strabiche news: “Eccedance” l’anarchivio di Enrico Ghezzi

Enrico Ghezzi, Malastradafilm, Zomia e H12 si sono uniti in una Redazione per realizzare un progetto ambizioso: Eccedancela produzione del “(non) film” Gli ultimi giorni dell’umanità, realizzato a partire dalla digitalizzazione del ricco archivio audiovisivo di Ghezzi o, come lo definisce lui stesso, del suo “anarchivio“.

Per l’occasione è stata assemblata La Macchina che cattura l’eccedenza, descritta così sul sito del progetto:

“è un dispositivo video elettrico pensato sulla base del funzionamento di uno studio televisivo. Con la differenza che, al posto delle telecamere di un normale studio TV, qui ci sono delle postazioni di montaggio: alla regia, dunque, non arriva un soggetto ripreso dagli operatori, ma l’output del lavorio di editing svolto dai montatori”. 

Guardando le foto della Macchina con i suoi cavi intrecciati, i mixer e gli schermi che parlano di anni e di formati differenti, ho pensato alle installazioni artistiche anni ’80 e ’90.

D’altronde, l’archivio del creatore di Blob e di Fuori Orario copre 30 anni di tecnologia e di cultura audiovisiva/cinematografica e credo che non sarebbe una cattiva idea fare della Macchina un’installazione “video elettrica” da esibire.

L’intento della Redazione di Eccedance è quello di catturare l’eccedenza dell’archivio, di digitalizzarlo ed esplorarlo realizzando un film vertoviano, un’ impresa tutt’altro che facile perché l’archivio in sé stesso è qualcosa di vivo e in moto perpetuo, un insieme di porte che si aprono, si chiudono e che possono aprirne altrettante contemporaneamente .

Ghezzi in un incontro con il magazine Sentieri Selvaggi ha dichiarato: “l’archivio si re-mosaicizza automaticamente”.

Quello sugli archivi è un lavoro immane, di infinite possibilità e visioni.

Per il progetto è stata creata una campagna di crowdfunding che rimarrà attiva fino al 31 gennaio 2020 e alla quale ho aderito con entusiasmo.

Quando ho scoperto l’esistenza di questo progetto, il pensiero è volato d’istinto al Mnemosyne di Aby Warburg ed al suo prezioso Atlante di tavole fotografiche che dialogano tra loro grazie al montaggio.

Spero di vedere presto l’ Atlante di Ghezzi, magari alla Biennale Cinema del 2020.

Strabiche news: READING BLOOM con due film di Billy Woodberry alla Mostra del Cinema di Venezia.

Segnalo un evento che si terrà questa sera e domani a Venezia (Isola Edipo/ Giornate degli Autori): saranno proiettati in anteprima mondiale due film restaurati del regista Billy Woodberry, esponente del movimento L.A. Rebellion, distribuiti dalla mitica casa di distribuzione torinese READING BLOOM e da Milestone film e video:

1 settembre ore 22.30, Isola Edipo, The Pocketbook (1980), durata 13′.

2 settembre ore 21.30, Villa degli Autori, BLESS THEIR LITTLE HEARTS (1984), durata 84′.

Buon divertimento!

 

(sito UCLA Film & Televisión Archive per info sul movimento L.A. Rebellion e sui suoi esponenti; sito READING BLOOM; sito Milestone)

Strabiche news: la Sala web della Mostra di Venezia.

La 76esima Mostra di Venezia è alle porte e si incomincia a fare il conto alla rovescia.

La Biennale ha comunicato, oltre al programma ufficiale del Festival, anche i titoli dei film che saranno disponibili via streaming nella Sala Web, ovvero la sala virtuale dotata di 1000 posti della Mostra del Cinema.

I film trasmessi sono 7 e saranno disponibili online dal 29 agosto fino al 19 settembre.

Per poter accedere alla Sala Web bisogna acquistare i biglietti digitali sul sito della Biennale o iscriversi alla piattaforma streaming Festival Scope, che trasmetterà i film della Mostra in collaborazione con la piattaforma italiana MyMovies.

Prima di scrivere questa news strabica ho acquistato il biglietto digitale per tutti e 7 i film della Sala Web e l’ho fatto sul sito della piattaforma Festival Scope dove ho già un account da tempo. In totale ho speso 14 euro.

Per tutte le informazioni relative all’elenco dei titoli, alle schede dei film e ai costi del servizio, vi invito a visitare sia il sito della Biennale, sia il sito di Festival Scope.

Buona visione!